LIBRO SESTO
Della tutela dei diritti
TITOLO III
Della responsabilità patrimoniale, delle cause di prelazione e della conservazione della garanzia patrimoniale
CAPO IV
Delle ipoteche
SEZIONE IX
Della riduzione delle ipoteche

Art. 2875

Eccesso nel valore dei beni
TESTO A FRONTE

I. Si reputa che il valore dei beni ecceda la cautela da somministrarsi, se tanto alla data dell'iscrizione dell'ipoteca, quanto posteriormente, supera di un terzo l'importo dei crediti iscritti, accresciuto degli accessori a norma dell'articolo 2855.


GIURISPRUDENZA

Iscrizione di ipoteca – Sproporzione rispetto all’importo del credito – Responsabilità aggravata ex art. 96, comma 2, c.p.c. – Revirement – Ragioni.
Il creditore che, senza adoperare la normale diligenza, iscriva ipoteca su beni, il cui valore superi i parametri previsti dall’art. 2875 c.c. rispetto al credito garantito, incorre nella responsabilità prevista dall’art. 96, comma 2, c.p.c., configurandosi un abuso del diritto della garanzia patrimoniale in danno del debitore. (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata) Cassazione civile, sez. III, 05 Aprile 2016, n. 6533.