LIBRO SESTO
Della tutela dei diritti
TITOLO III
Della responsabilità patrimoniale, delle cause di prelazione e della conservazione della garanzia patrimoniale
CAPO IV
Delle ipoteche
SEZIONE XI
Della cancellazione dell'iscrizione

Art. 2882

Formalità per la cancellazione
TESTO A FRONTE

I. La cancellazione consentita dalle parti interessate deve essere eseguita dal conservatore in seguito a presentazione dell'atto contenente il consenso del creditore.

II. Per quest'atto devono essere osservate le forme prescritte dagli articoli 2821, 2835 e 2837.


GIURISPRUDENZA

Omessa verifica di iscrizione ipotecaria sull'immobile compravenduto - Conseguenze - Risarcimento del danno - Condanna del notaio alla cancellazione della formalità non rilevata - Ammissibilità - Condizioni.
Nel caso in cui il notaio rogante non adempia all'obbligazione di verificare l'esistenza di iscrizioni ipotecarie relative all'immobile compravenduto, dichiarando come libero un bene che risulta, invece, gravato da ipoteca, il risarcimento del danno conseguente può essere disposto anche in forma specifica, mediante condanna del medesimo notaio alla cancellazione della formalità non rilevata, a condizione che sia possibile ottenere il consenso del creditore e che l'incombente non sia eccessivamente gravoso, avuto riguardo sia alla natura dell'attività occorrente allo scopo sia all'entità della somma da pagare in rapporto all'ammnotare del danno. (massima ufficiale) Cassazione civile, sez. VI, 21 Gennaio 2020, n. 1270.


Cancellazione di ipoteca - Ordine al terzo di prestare assenso - Facere infungibile - Domanda proposta in sede cautelare - Ammissibilità

Ipoteca - Cancellazione dell'iscrizione - Legittimazione - Chiunque vi abbia interesse
.
E’ ammissibile la domanda proposta in sede cautelare volta ad ottenere non già l’ordine di cancellazione dell’ipoteca (non ammissibile in ragione del tenore letterale dell’art. 2882 c.c.), bensì l’ordine al terzo di prestare assenso alla cancellazione trattandosi di un facere infungibile che può formare oggetto di esecuzione coattiva mediante il rimedio di cui all’art. 614-bis c.p.c. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)

La cancellazione dell'ipoteca può essere richiesta da chiunque vi abbia interesse, e - quindi - , in primo luogo, dall'attuale proprietario del bene ipotecato. Infatti, l'art. 2282 cod. civ. si limita esclusivamente a richiedere il consenso delle parti interessate, e, in particolare, l'assenso del creditore, ma non limita a particolari soggetti la legittimazione all'istanza di cancellazione. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)
Tribunale Lecce, 17 Giugno 2019.


Procedimenti d'urgenza - Cancellazione di ipoteca giudiziale - Inammissibilità - condanna a prestare il consenso alla cancellazione - Inammissibilità..
Non può essere disposta in via d'urgenza la cancellazione di ipoteca giudiziale, anche se illegittimamente iscritta. Parimenti non può essere accolta la domanda diretta ad ottenere in via d'urgenza un provvedimento che ordini al creditore ipotecario di prestare il consenso alla cancellazione ipotecaria non potendosi per tale via surrettiziamente ottenere ciò che è precluso con il provvedimento cautelare, nè apprestando l'ordinamento sanzioni a presidio dell'inadempimento dell'obbligato. (Matteo Tassi) (riproduzione riservata) Tribunale Trani-Molfetta, 08 Agosto 2012.


Ipoteca - Cancellazione dell'iscrizione - Legittimazione - Di chiunque vi abbia interesse.
La cancellazione dell'ipoteca può essere richiesta da chiunque vi abbia interesse, e - quindi - , in primo luogo, dall'attuale proprietario del bene ipotecato. Infatti l'art. 2282 cod. civ. si limita esclusivamente a richiedere il consenso delle parti interessate, e, in particolare, l'assenso del creditore, ma non limita a particolari soggetti la legittimazione all'istanza di cancellazione. (massima ufficiale) Cassazione civile, sez. I, 27 Ottobre 1998, n. 10682.