Crisi d'Impresa e Fallimento


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 23688 - pubb. 06/06/2020

Il Tribunale di Bologna: per l’ammissione in privilegio del Mediocredito Centrale occorre il pagamento integrale del credito garantito

Tribunale Bologna, 14 Maggio 2020. Pres. Florini. Est. Rita Chierici.


Fallimento – Insinuazione al passivo – Mediocredito Centrale – Surroga – Presupposti – Pagamento integrale del debito – Necessità



Va confermato l’orientamento giurisprudenziale per cui il coobbligato fideiussore del debitore principale fallito, per insinuarsi al passivo in via di regresso o in virtù di surrogazione, dopo il pagamento effettuato successivamente alla dichiarazione di fallimento, deve dimostrare, ai sensi dell’art. 61 secondo comma l. fall., il carattere integralmente satisfattivo delle ragioni creditorie, non essendo rilevante un pagamento parziale, pur se idoneo ad estinguere l'obbligazione del solvens (Cass. civ., Sez. I, 17/10/2018, n. 26003).

(Fattispecie in cui il Tribunale di Bologna ha ritenuto in ogni caso inammissibile la domanda di insinuazione allo stato passivo proposta dall’Agenzia delle Entrate – Riscossione, per conto di Mediocredito Centrale, in via di surrogazione rispetto alla banca che originariamente ha erogato il finanziamento al debitore poi fallito. Nel caso di specie risultava che la banca si era insinuato al passivo in via chirografaria e per l’intero importo del credito corrispondente al finanziamento erogato al debitore principale, garantito da Mediocredito Centrale tuttavia solo nella misura dell’80 %). (Astorre Mancini) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Astorre Mancini, Studio Legale Tentoni, Mancini & Associati di Rimini

mancini@studiotmr.it  
  

Il testo integrale