Diritto dei Mercati Finanziari


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 10306 - pubb. 14/04/2014

Permanenza per tutta la durata del rapporto della gestione patrimoniale dell'obbligo di curare al meglio gli interessi del cliente

Cassazione civile, sez. I, 24 Febbraio 2014. Est. Didone.


Gestione di portafogli di investimento - Obbligo del gestore di curare al meglio gli interessi del cliente - Permanenza dell'obbligo per tutta la durata del rapporto - Compensazione dei risultati positivi con quelli ottenuti nel periodo di gestione negligente - Esclusione.



L'obbligo del gestore, come del resto dell'intermediario finanziario in generale, è di curare al meglio gli interessi del cliente e tale dovere permane intatto per tutta la durata del rapporto; pertanto, il fatto che il gestore vi abbia fatto fronte molto bene in un certo arco di tempo, consentendo al cliente di realizzare i guadagni sperati, non implica che quest'obbligo cessi per il periodo successivo. Il cliente, infatti, ha diritto di pretendere in ogni momento che il gestore gli assicuri il miglior rendimento possibile e nulla esclude che lo stesso gestore, dopo aver adempiuto correttamente da principio il proprio obbligo, in un momento successivo venga meno ai suoi doveri: il che ovviamente comporta il diritto del cliente al risarcimento dei danni dipendenti casualmente da tale inadempimento. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Il testo integrale