Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 14110 - pubb. 01/07/2010

.

Tribunale Milano, 13 Luglio 2015. .


Fallimento – Dichiarato in altro Stato membro dell’Unione Europea – Domanda di sequestro sui beni del fallito situati in Italia – Fallimento dichiarato dopo il deposito del ricorso ma prima della sua notifica – Giurisdizione del Tribunale che ha dichiarato il fallimento – Improcedibilità del ricorso cautelare



Anche se alla data di proposizione del ricorso il debitore era ancora in bonis, un ricorso cautelare ante causam notificato ad un soggetto dopo che è stato dichiarato fallito non è idoneo a cristallizzare lo stato di fatto esistente alla data del deposito anche con riguardo alla futura causa di merito. [Il Tribunale ha confermato l’ordinanza di rigetto del ricorso cautelare per carenza di giurisdizione sulla domanda di merito rivolta all’accertamento del diritto di credito, affermando la giurisdizione del Tribunale dello Stato membro che aveva dichiarato il fallimento.] (Chiara Bosi) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato