Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 15268 - pubb. 01/07/2010

.

Cassazione civile, sez. I, 13 Giugno 2016. .


Società di capitali - Utilizzo strumentale di una o più società per la diversificazione degli investimenti e delle responsabilità di chi le dirige e le governa - Abuso - Esclusione - Fallimento - Super società di fatto - Insolvenza di società di fatto costituita anche da società di capitali - Estensione del fallimento - Ammissibilità



Nel merito, occorre l'accertamento che la s.r.l. presenti un'affectio societatis con la persona fisica e che la società di fatto esprima una sua autonoma e affatto propria insolvenza, alla cui verifica poter giungere anche eventualmente muovendo - quale fatto indiziante - da quella di uno o più dei suoi soci, ovvero del socio cui era inizialmente imputabile la attività economica, ma senza alcuna automatica traslazione ovvero dogmatico esaurimento in esse della prova richiesta, come per tutti gli insolventi fallibili, dalla L. Fall., art. 5. (Francesco Fimmanò) (riproduzione riservata)