Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 15621 - pubb. 01/07/2010

.

Cassazione civile, sez. III, 10 Ottobre 1970, n. 1923. Est. Minerbi.


Fallimento - Organi preposti al fallimento - Giudice delegato - Sostituzione del creditore istante da parte del curatore - Discrezionalità - Impugnazione del provvedimento - Impossibilità



La natura discrezionale dei poteri spettanti al giudice delegato in ordine alla sostituzione del creditore istante da parte del curatore fallimentare nella procedura esecutiva in genere e alla sospensione della vendita in specie, non permette di impugnare gli Atti di detta procedura, qualora lo stesso giudice non si sia avvalso dei menzionati poteri. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato