Crisi d'Impresa e Fallimento


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 17105 - pubb. 26/04/2017

La banca che concede credito ad un cliente in crisi non commette alcun illecito, né verso il cliente né verso i terzi

Tribunale Lucca, 10 Marzo 2017. Est. Mondini.


Risarcimento del danno - Concessione di credito a società poi fallita - Domanda del curatore di risarcimento del danno causato alla società e alla massa dei creditori - Fondamento - Obbligo della banca creditrice di non fare credito a cliente in crisi a salvaguardia degli interessi del cliente stesso e dei terzi - Inesistenza - Rigetto della domanda



La banca che concede credito ad un cliente in crisi non commette alcun illecito, né verso il cliente né verso i terzi: non è ravvisabile infatti in capo alla banca mutuante una posizione di garanzia in forza della quale la stessa sia investita di un potere-dovere di salvaguardia degli interessi economici del cliente-mutuatario di fronte al rischio che questi usi male il capitale ricevuto né degli interessi dei terzi che siano entrati o che entrino in rapporto con il cliente e che, quali operatori economici, sono capaci di informarsi e sono tenuti ad informarsi della solvibilità del cliente. (Antonio Mondini) (riproduzione riservata)


Il testo integrale