Il Condominio


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 20821 - pubb. 22/11/2018

La presunzione di proprietà comune dell'impianto idrico del condominio non può estendersi a quella parte dell'impianto ricompresa nell'appartamento dei singoli condomini

Cassazione civile, sez. II, 26 Ottobre 2018, n. 27248. Est. Chiara Besso Marcheis.


Condominio - Tubazioni (o parte di esse) dell'impianto idrico - Parte dell'impianto compresa nell'appartamento di un condomino - Diramazione a favore di altro appartamento - Presunzione di comunione - Insussistenza - Fattispecie



La presunzione di proprietà comune dell'impianto idrico di un immobile condominiale, ex art. 1117, n. 3, c.c., non può estendersi a quella parte dell'impianto ricompresa nell'appartamento dei singoli condomini, cioè nella sfera di proprietà esclusiva di questi e, di conseguenza, nemmeno alle diramazioni che, innestandosi nel tratto di proprietà esclusiva, anche se questo sia allacciato a quello comune, servono ad addurre acqua negli appartamenti degli altri proprietari. (La S.C. ha enunciato il detto principio in una fattispecie in cui le infiltrazioni erano state causate dalla rottura della chiave di stacco dell'acqua sita nella cucina dell'appartamento sovrastante). (massima ufficiale)


Il testo integrale