Crisi d'Impresa e Fallimento


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 21998 - pubb. 11/01/2019

Effetti del fallimento sul mandato generale con poteri di rappresentanza sostanziale e processuale

Cassazione civile, sez. I, 10 Luglio 1978, n. 3435. Est. Sensale.


Mandato e commissione - Conferimento da parte dell'imprenditore in forza di mandato generale di poteri di rappresentanza sostanziale e processuale - Sopravvenuto fallimento del mandante - Opposizione al fallimento - Legittimazione del mandatario - Sussistenza - Scioglimento del mandato ex art 78 della legge fallimentare - Eccezione



Qualora l'imprenditore abbia conferito ad altri l'amministrazione dei suoi beni, in forza di mandato generale con poteri di rappresentanza sostanziale e processuale, il sopravvenuto fallimento del mandante non priva il mandatario di legittimazione alla opposizione avverso la dichiarazione di fallimento, atteso che il relativo potere, in quanto diretto a rivendicare al fallito la amministrazione e la disponibilità del suo patrimonio, e compreso in detto mandato generale, e non viene meno a causa dello scioglimento del rapporto di mandato, previsto dall'art 78 della legge fallimentare come effetto della dichiarazione di fallimento, la cui operatività deve ritenersi limitata alle attivita che il fallito stesso non può più compiere. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato