Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 2420 - pubb. 02/11/2010

Statuizione del tribunale fallimentare sulla competenza e forma del provvedimento

Tribunale Monza, 30 Settembre 2010. Est. Caterina Giovanetti.


Procedimento per dichiarazione di fallimento - Statuizione del tribunale sulla competenza - Forma del provvedimento - Decreto - Esigenze di celerità del procedimento.



In mancanza di esplicita previsione normativa circa la forma del provvedimento che statuisce sulla competenza territoriale del tribunale fallimentare, è possibile affermare che quella del decreto si appalesi la più idonea in quanto si uniforma alla tipologia di provvedimento scelta dal legislatore per le statuizioni di rigetto della domanda di fallimento, è conforme ai principi generali del processo ordinario espressi dall'articolo 279, comma 1, c.p.c., il quale prevede la forma dell'ordinanza per le decisioni che attengono alla sola competenza ed, infine, perché rispettosa delle esigenze di drastica riduzione dei tempi del processo perseguiti dal legislatore della riforma del procedimento ordinario che sicuramente si attagliano al rito fallimentare da sempre improntato a criteri di estrema celerità. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Federico Rolfi


Il testo integrale


Massimario, art. 9bis l. fall.