Diritto e Procedura Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 2731 - pubb. 13/12/2010

Tutela dell'affidamento su consolidato indirizzo giurisprudenziale e rimessione in termini

Tribunale Rovigo - Adria, 25 Novembre 2010. Est. Martinelli.


Opposizione a decreto ingiuntivo - Costituzione dell’opponente - Dimezzamento automatico dei termini - Sezioni Unite 19246/2010 - Mero obiter dicutm non qualificabile come Principio di Diritto vincolante per il giudice di merito - Non applicazione - Sussiste.



L’aver fatto affidamento da parte dell’operatore del diritto sul consolidato indirizzo giurisprudenziale, innovato dalla pronuncia a Sezioni Unite n. 19246/2010, non può essere imputato colpevolmente; una rigida applicazione dei principi enunciati dalla Cassazione determinerebbe un effetto di profonda ingiustizia sostanziale. Per soddisfare le esigenze concrete sottese alla salvaguardia delle esigenze di giustizia sostanziale, occorre applicare il generale istituto della rimessione in termini, previsto dall’art. 153 c.p.c.. (gb) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Giuseppe Buffone


Massimario, art. 153 c.p.c.

Massimario, art. 645 c.p.c.


Il testo integrale