Diritto Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 7008 - pubb. 07/03/2012

Controversie in materia di usucapione e non trascrivibilità dell'accordo raggiunto davanti ai mediatori

Tribunale Catania, 24 Febbraio 2012. Est. Ada Vitale.


Mediazione cd. obbligatoria – Art. 5, comma I, d.lgs. 28/2010 –  Controversie in materia di usucapione – Accordo raggiunto davanti ai mediatori – Trascrivibilità – Non sussiste.

Mediazione cd. obbligatoria – Art. 5, comma I, d.lgs. 28/2010 –  Controversie in materia di usucapione – Accordo raggiunto davanti ai mediatori – Trascrivibilità – Come transazione – Art. 2643 n. 13 c.c. – Non sussiste.



Il verbale di conciliazione contenente l’accertamento della intervenuta usucapione è inidoneo alla trascrizione poiché, in base all’art.11 comma 3 del D.L.vo n.28/10, possono essere trascritti solo gli atti e i contratti previsti dall’art.2643 c.c. laddove il verbale di conciliazione accertativo dell’usucapione, non realizzando alcun effetto costitutivo, traslativo o modificativo ma assumendo il valore di negozio di mero accertamento, non è in alcun modo riconducibile all’ambito applicativo dell’art. 2643 c.c.. (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata)

Il verbale di conciliazione contenente l’accertamento della intervenuta usucapione è inidoneo alla trascrizione non potendo essere ricondotto l’accordo amichevole in oggetto all’ambito di previsione dell’art.2643 c.c. ipotizzandone la natura transattiva (e quindi riconducendolo alla categoria indicata nell’art.2643 n.13 c.c.) ovvero assimilandolo agli atti previsti dall’art.2645 c.c., dovendosi di certo escludere la natura transattiva dell’accordo in questione per difetto dei necessari requisiti (“reciproche concessioni” delle parti) ed essendo, per altro verso, non risolutivo il richiamo all’art.2645 c.c. che, com’è noto, prevede la trascrivibilità di “ogni altro atto o provvedimento che produce in relazione a beni immobili o a diritti immobiliari taluni degli effetti dei contratti menzionati nell’art.2643 c.c.”. (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Giuseppe Buffone


Il testo integrale