Diritto e Procedura Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 7191 - pubb. 16/05/2012

Convalida di sfratto e obbligatorietà della mediazione per il giudizio di opposizione; mutamento del rito

Tribunale Palermo, 13 Aprile 2012. Est. De Gregorio.


Convalida di sfratto – Mediazione ex art. 5 d.lgs. 28/2010 – Onere della parte di avviare il procedimento di mediazione all’esito del mutamento del rito.



Per il procedimento per convalida di fratto il tentativo di mediazione, previsto dall’art. 5 del d.lgs. 28/2010, diviene condizione di procedibilità solo dopo la pronuncia dei provvedimenti adottati nella fase cd. sommaria, e per il giudizio a cognizione piena derivato dalla opposizione e dal successivo mutamento del rito. E’ onere della parte avviare il procedimento di mediazione all’esito del mutamento del rito, e di conseguenza la verifica di cui al 1° comma del citato art. 5 andrà operata solo all’udienza fissata ex art. 667 c.p.c.. (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Giuseppe Buffone


Massimario, art. 657 c.p.c.

Massimario, art. 665 c.p.c.


Il testo integrale