Diritto e Procedura Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 7214 - pubb. 23/05/2012

Opposizione a decreto ingiuntivo e fissazione di un termine per il procedimento di mediazione obbligatorio

Tribunale Lamezia Terme, 19 Aprile 2012. Est. Ianni.


Controversia in materia di contratti bancari – Procedimento per decreto ingiuntivo – Pronuncia sulla provvisoria esecuzione – Onere di attivazione del procedimento di mediazione a pena di improcedibilità – Art. 5 comma IV d.lgs. 28/2010 – Domanda che viene colpita dalla improcedibilità in caso di omessa mediazione – Formale atto di opposizione – Esclusione – Domanda del creditore, introdotta con il ricorso monitorio – Sussiste.



Dove la causa rientri nel campo di applicazione dell’art. 5 del d.lgs 4 marzo 2010, n. 28, una volta consumato il potere dell’opposto di chiedere la provvisoria esecutorietà del decreto ingiuntivo impugnato essa risulta assoggettata a mediazione obbligatoria, sicché viene fissato termine per l’instaurazione della relativa procedura a pena di improcedibilità; la sanzione in rito, nel caso del processo monitorio, riguarda l’attore sostanziale e, dunque, la parte opposta. (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Giuseppe Buffone


Massimario, art. 648 c.p.c.

Massimario, art. 649 c.p.c.


Il testo integrale