Diritto e Procedura Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 8968 - pubb. 20/05/2013

Controversie speculari in relazione ad un medesimo rapporto contrattuale, opposizione a decreto ingiuntivo e ragioni di parità di trattamento

Tribunale Roma, 06 Maggio 2013. Est. Cecilia Pratesi.


Processo civile – Controversie speculari in relazione ad un medesimo rapporto contrattuale – Opposizione a decreto ingiuntivo – Sospensione – Reclamo avverso l’ordinanza di sospensione – Dichiarato inammissibile – Giudizio di sospensione di decreto ingiuntivo contro la parte attrice nel primo processo – Reclamo – Inammissibilità – Ragioni di parità di trattamento.



Nel caso di due controversie derivanti da un medesimo rapporto contrattuale in cui le parti rivestono specularmente la posizione di attore e di convenuto, quando in uno dei due giudizi sia stato dichiarato inammissibile il reclamo avverso l’ordinanza di sospensione dell’efficacia esecutiva di un decreto ingiuntivo, ragioni di opportunità e di “simmetria processuale” richiedono che, nel giudizio di sospensione di un secondo decreto ingiuntivo diretto alla parte attrice del primo giudizio, sia dichiarato inammissibile il reclamo. Diversamente, le due parti finirebbero per vedersi l’una negare e l’altra accordare un doppio grado di tutela in presenza di identiche situazioni. (Aldo Angelo Dolmetta) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Prof. Aldo Angelo Dolmetta


Il testo integrale