Diritto Societario e Registro Imprese


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 9475 - pubb. 25/09/2013

Responsabilità degli amministratori di società fallita: la sproporzione tra il danno lamentato e il patrimonio del preteso debitore non giustifica il sequestro conservativo

Tribunale Torino, 14 Settembre 2013. Est. Liberati.


Sequestro conservativo - Presupposti - Periculum in mora - Notevole sproporzione tra il danno lamentato ed il patrimonio del preteso debitore - Irrilevanza - Pericolo di dispersione o di depauperamento della garanzia patrimoniale - Necessità.



La considerevole entità del danno lamentato rispetto al patrimonio del preteso debitore non consente di per sé di ritenere sussistente il pericolo di dispersione o di depauperamento della garanzia patrimoniale tali da giustificare la domanda di sequestro conservativo, essendo, invece, a tal fine necessari specifici elementi, dai quali presumere il possibile compimento di atti distrattivi o dispersivi del patrimonio. (Fattispecie in tema di azione di responsabilità promossa dal fallimento nei confronti degli amministratori della società fallita). (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Il testo integrale