ilcaso.it
Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 9547 - pubb. 01/07/2010.

.


Appello di Catania, 11 Luglio 2013. .

Procedimento di divorzio – Connessione con altre domande – Trattazione simultanea – Condizioni (art. 40 c.p.c.).


La domanda di divorzio è soggetta a rito speciale in primo grado ed a rito camerale in appello, e pertanto non può essere trattata unitamente a domande che invece seguono il rito ordinario, in difetto di connessione forte ex art. 40 c.p.c.. Occorre, in questi casi  che  la connessione sia qualificata, ai sensi degli artt. 31, 32,34, 35 e 36 c.p.c. e non solo data dalla identità dei soggetti, né può limitarsi ad una connessione di mero fatto. (Cass. 21 maggio 2009 n.11828; Cass. 17 maggio 2005 n. 10356; Cass. 6 dicembre 2006 n. 2658). (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata)