Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 9592 - pubb. 01/07/2010

.

Tribunale Patti, 13 Settembre 2010. .


Curatore fallimentare - Fallimento della società e dei soci - Rappresentanza di tutte le procedure riguardanti la società e i soci illimitatamente responsabili - Opposizione allo stato passivo - Notifica di tante copie quante sono le procedure - Necessità - Esclusione.



Nell'ipotesi prevista dall'articolo 148 L.F., il curatore assume da solo la rappresentanza dei fallimenti riguardanti la società e le persone dei soci illimitatamente responsabili e l’opposizione proposta nei suoi confronti non è soggetta al principio della notifica di tante copie dell'atto di impugnazione quanto sono le parti cui l'atto è destinato, dovendosi ritenere che, nel detto caso, il soggetto destinatario sia unico pur rivestendo la rappresentanza di più soggetti. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato