Crisi d'Impresa e Fallimento


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 12873 - pubb. 22/06/2015

È inammissibile la formulazione della proposta che preveda un privilegio non previsto dalla legge e un diritto di veto in ordine alle decisioni degli organi della procedura

Tribunale Verona, 06 Maggio 2014. Est. Fontana.


Concordato preventivo - Formulazione della proposta - Configurazione di un privilegio non previsto dalla legge - Diritto di veto sulle decisioni degli oneri della procedura - Esclusione



L'attuale normativa in tema di concordato preventivo non consente al proponente di configurare l'attribuzione ad un creditore di un privilegio su determinati beni che non sia espressamente previsto dalla legge.

Il proponente il concordato preventivo non può formulare un piano che preveda un diritto di veto sulle decisioni che potranno essere prese dagli organi della procedura. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Segnalazione del Dott. Diego Alberti


Il testo integrale