Diritto e Procedura Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 13999 - pubb. 14/01/2016

Inammissibilità dell’appello e nozione di difesa manifestamente fondata ai fini dell’aumento del compenso per l’avvocato dell’appellato

Tribunale Verona, 12 Novembre 2015. Est. Vaccari.


Requisito di ammissibilità dell’appello di cui all’art. 342, comma 1, n.1 c.p.c. – Sua ratio

Difesa manifestamente fondata ai sensi dell’art. 4 comma 8, d.m. 55/2014 – Sua nozione

Eccezione di inammissibilità dell’appello – Presupposto per l’aumento del compenso spettante all’appellato ai sensi dell’art. 4, co.8, del D.M. n.55/2014 – Sussistenza



Con l’art. 342 comma 1 n. 1, c.p.c. il legislatore ha inteso agevolare,  da un lato, l’immediata percezione da parte del giudice di appello, già ad una prima lettura dell’atto di impugnazione, delle conseguenze che l’accoglimento delle doglianze dell’appellante può avere sulla tenuta della decisione impugnata e, dall’altro, la stesura della sentenza di riforma, nel caso l’appello venisse ritenuto fondato in tutto o in parte, consentendo il ricorso ad una motivazione mediante richiamo alle deduzioni dello stesso appellante. (Massimo Vaccari) (riproduzione riservata)

Il presupposto della difesa manifestamente fondata, che giustifica l’aumento del compenso di un terzo ai sensi dell’art. 4 comma 8, d.m. 55/2014, è ravvisabile nei casi in cui il difensore di una parte riesca a far emergere la fondatezza nel merito dei propri assunti e, specularmente, l’infondatezza degli assunti di controparte, senza dover ricorrere a prove costituende e quindi solo grazie al proprio apporto argomentativo. Volendo esemplificare si può pensare ai casi in cui la causa risulti di pronta soluzione sulla base di prove documentali di facile intelligibilità ovvero perché involge questioni giuridiche relativamente semplici o ancora perché non vi è stata contestazione dei fatti rilevanti ai fini della decisione. (Massimo Vaccari) (riproduzione riservata)

L’eccezione di inammissibilità dell’appello che sia fondata integra il presupposto della “difesa “manifestamente fondata che giustifica l’aumento del compenso previsto dall’art. 4, comma 8, d.m. 55/2014. (Massimo Vaccari) (riproduzione riservata)


Il testo integrale